Consigli Fertili,  Gravidanza

La terza settimana di Gravidanza

Condividi


Quali sono i sintomi nella terza settimana di gravidanza

I sintomi durante la gravidanza sono sempre soggettivi e variano in numero e intensità da donna a donna.

A causa dei cambiamenti ormonali, generalmente durante la terza settimana, si possono avvertire tensione al seno, stanchezza, sonnolenza, stimolo a urinare.

Per contrastare le nausee si può ricorrere a pasti asciutti (crackers, biscotti secchi) e si raccomanda di bere spesso, ma a piccoli sorsi. Lo zenzero sarà di aiuto.

Anche nella terza settimana, come nella seconda, possono verificarsi delle perdite ematiche dovute all’impianto dell’embrione. E’ comunque sempre bene parlarne col proprio medico, soprattutto se sono di un rosso vivo, abbondanti e accompagnate da dolore addominale.

Com'è il bambino nella terza settimana di gravidanza?

Il bambino ora ha tra i 14 e i 21 giorni e cresce molto rapidamente.

Durante la terza settimana l’embrione è un piccolo puntino in cui si distingue una testa e una coda. In quest’epoca inizia a formarsi il sistema nervoso, il cervello e il midollo. Il cuore, inizia a battere lentamente. Per continuare il suo sviluppo, l’embrione si nutre dall’endometrio, la mucosa che riveste le pareti interne all’utero. La dieta della mamma influenza la sua crescita.

Cosa si deve fare nella terza settimana di gravidanza

Oltre ai classici consigli di condurre uno stile di vita sano seguendo anche una dieta bilanciata, in questo momento sarebbe opportuno rivolgersi a un medico per farsi prescrivere analisi preliminari al fine di monitorare lo stato di salute della futura mamma ed eventualmente prendere precauzioni nel caso ce ne fosse bisogno.

A questo proposito consiglio la lettura dell’articolo Esami da effettuare.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.